Regione Piemonte

Santa Caterina

Ultima modifica 26 marzo 2018

Santa Caterina

Martire del quarto secolo dopo Cristo, giovinetta egiziana di nobili natali.
La sua vita e morte, fra storia e leggenda, è raccontata negli "Atti dei Martiri".
Si dice che morì nel 307 circa, per ordine dell'imperatore romano Massenzio.
E' considerata protettrice degli studenti, dei filosofi e delle ragazze da marito.
E' la patrona di Monale.
La sua festa è il 25 novembre.
E' rappresentata coronata di rose, con la palma in mano ed al fianco una ruota dentata.

Imperatore Massenzio

Fu imperatore di Roma e visse dal 280 al 312.
Mantenne il potere nonostante i vari tentativi dei suoi avversari di deporlo, e ristabilì l'autorità di Roma nell'Africa occupata.
Fu sconfitto da Costantino nel 308; morì affogando nel Tevere.

La leggenda

La scena è in Alessandria d'Egitto dove l'imperatore Massenzio, di passaggio, celebra uno splendido sacrificio agli dei.La principessa Caterina, convertita al cristianesimo, splendida ed intelligente, lo rimprovera per il suo paganesimo e sostiene la sua opinione di fronte ai cinquanta filosofi.
Dopo aver rifiutato una proposta di matrimonio dell'Imperatore Massenzio (per altro già sposato), viene condannata prima a morire di fame, poi al martirio della ruota.
Salvata miracolosamente da queste due condanne, viene decapitata.
Il suo corpo è trasportato dagli Angeli sul monte Sinai.